cs n 44 anno 2018 replica del sindaco Spataro all' onorevole Assenza

COMUNICATO STAMPA N. 44 

 

Replica del Sindaco Filippo Spataro alle dichiarazioni dell’onorevole Assenza in merito ad una presunta illegittimità della delibera relativa all’efficientamento delle pompe di sollevamento dell’acqua

  “ Dopo le menzogne arrivano le minacce.

Prima il tentativo di costruire la bufala del secolo, cercando di far credere ai comisani che il sottoscritto volesse privatizzare la gestione dell’acqua, trasformando un investimento in progetto di finanza per l’efficientamento del sistema di sollevamento con conseguente riduzione del 10%  delle bollette idriche in una gara per la gestione privata del servizio idrico. Una menzogna così grande da essere facilmente smentita dalla legge, dalle delibere dell’ATI Idrica provinciale, l’organo che ha il potere di decidere in merito, e dagli atti firmati dal Comune di Comiso in questi anni sotto l’amministrazione Spataro.  Ora, sbugiardati dalle carte e smontata la bufala, arrivano le minacce, con l’avvocato Assenza che sfoggia i muscoli dei suoi rapporti con l’Amministrazione Regionale per inviare commissari che possano fare quello che la democrazia gli ha impedito in questi anni, impedire il risparmio nelle bollette idriche dei comisani. Stia tranquillo l’avvocato Assenza, presidente dei questori dell’Assemblea Regionale, non ci sono atti illegittimi. Come illegittimi non erano i bilanci riequilibrati e come illegittima non è stata la riassunzione dei precari, due a caso delle sue precedenti denunce di atti illegittimi adottati dall’Amministrazione Spataro. In questo caso gli facciamo presente che è il Consiglio Comunale che non può che adottare atti urgenti e improrogabili dalla indizione dei comizi elettorali, come previsto dall’art. 38 comma5 del TUEL. La Giunta ha semplicemente dato corso a quanto stabilito dal Consiglio comunale nei mesi scorsi garantendo ai cittadini di Comiso un investimento che non solo renderà più efficiente il sistema di sollevamento, ma anche  più leggere le bollette dell’acqua”.

Comiso 19/06/2018

 

 

 

Laura Incremona

ODG 089285