Comunicazione Istituzionale Anno 2018 N. 13 Comune e Ordine Commercialisti - Protocollo d'Intesa accesso organismo composizione crisi

 

COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE  

N. 13

 Protocollo d'intesa tra il Comune di Comiso e l'Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Ragusa per l'accesso agli organismi di composizione della crisi da sovraindebitamento.Il documento è stato firmato questa mattina in Municipio dal sindaco Filippo Spataro e dal presidente del sopracitato Ordine Maurizio Attinelli.

La normativa vigente (l. n.3/2012 e D. M. 202/2014) prevede tre procedure – proposta di accordo del debitore, piano del consumatore e liquidazione del patrimonio - a favore di coloro che sono sovraindebitati e che non possono essere utilizzare le procedure concorsuali, in primo luogo il concordato preventivo. Ne consegue per costoro che, in assenza di una procedura di composizione della crisi che interessi tutta la posizione debitoria, resterebbero esposti alle azioni esecutive attivate dai creditori. Per risolvere la crisi da sovraindebitamento e cercare di ottenere l'esdebitazione, il debitore, grazie a un gestore, che può essere un commercialista, un avvocato o un notaio, designato dall'Occ Organismo di composizone della crisi, con l'assistenza di un legale di fiducia sotto il controllo del Tribunale, può alternativamente chiedere la liquidazione del patrimonio o formulare una proposta di accordo coi creditori o, se consumatore, può proporre un piano di ristrutturazione dei debiti.

Possono beneficiare di una delle tre procedure i piccoli imprenditori, professionisti e consumatori che si trovano in perdurante squilibrio economico tra i debiti contratti e il patrimonio prontamente liquidabile con impossibilità di far fronte ai propri impegni. Il vantaggio per chi è in possesso dei requisiti per avvalersi di una di tali procedure consiste nella possiiblità di definire la propria posizione nei confronti di tutti i creditori e di cercare di ottenere l'esdebitazione di tutti i crediti anteriori, mentre il compenso dell'OCC è determinato in base a un tariffario previsto dalla legge.

Il protocollo d'intesa tra Comune e Ordine dei Commercialisti è la risposta concreta al bisogno da sovraindibitamento che, purtroppo, interessa ormai una larga fascia di cittadini – ha dichiarato il sindaco Spataro -. Esdebitazione significa per il debitore voltare pagina e ricominciare. Per questa ragione abbiamo avviato un articolato progetto finalizzato a diffondere l'educazione finanziaria nelle scuole superiori, agevolare e sostenere il cittadino che si trovi in situazione di eccessivo indebitamento, affiancare il cittadino, se necessario, nel processo di reinserimento sociale. A breve ci raccorderemo con l'Ordine dei Commercialisti affinchè quest'ultimo metta a disposizone dell'utenza interessata, una volta la settimana, un commercialista”.

 

Comiso, 23 febbraio 2018

S. A. Lauretta

(Tessera OdG N. 83843)